Portale della Didattica

Portale della Didattica

  • Comunicazione del Rettore - 23/09/2019

    Cari colleghi,
    com’è ormai noto, lo scorso 3 settembre è stato firmato il DPCM recante le disposizioni per l’adeguamento stipendiale del personale non contrattualizzato della Pubblica amministrazione, tra cui i docenti universitari. Il tanto atteso provvedimento, che giunge dopo molti anni di blocco stipendiale, definisce il valore percentuale dell’incremento, calcolato dall’ISTAT, in relazione alla variazione complessiva delle retribuzioni contrattuali dei pubblici dipendenti.
    In particolare, viene disposto che, a decorrere dal 1° gennaio 2018, le retribuzioni vengano incrementate di un valore corrispondente allo 0,11 per cento, cui si aggiunge, a partire dal 1° gennaio 2019, un ulteriore incremento del 2,28 per cento. In altri termini, le retribuzioni del personale docente e ricercatore verranno incrementate stabilmente del 2,4 per cento.
    Tale incremento corrisponde, per l’Ateneo, ad una spesa complessiva di oltre 2,6 milioni di euro, cifra posta a carico del bilancio di Ateneo dal citato DPCM.
    È evidente quanto questa disposizione sia penalizzante per le Università. Nel nostro caso, tuttavia, in sede di redazione del Bilancio Unico di previsione per l’anno 2019, sono stati previsti opportuni stanziamenti, frutto di stime puntuali operate dagli uffici, che ci consentono di garantire, con assoluta tranquillità, la necessaria copertura degli oneri derivanti dall’auspicato incremento retributivo.
    Infine, ritengo opportuno informarvi che, con nota del 19 settembre u.s., il CINECA ha reso noto che l’adeguamento delle tabelle retributive verrà rilasciato il prossimo 8 ottobre. Nel sottolineare l’impegno assunto, fin da adesso, dagli uffici per garantire l’immediata applicazione delle suddette disposizioni di cui al citato DPCM, mi preme comunicarvi che nella busta paga del prossimo mese di ottobre verranno aggiornati gli stipendi e liquidate le spettanze arretrate dovute.
     
    Il Rettore
    Prof. Fabrizio Micari